Parco Cassarà, il corteo delle scuole: “Ridateci il nostro Parco”

“Rivogliamo il nostro Parco”. È il grido dei bambini delle scuole di Palermo che questa mattina hanno preso parte alla manifestazione organizzata dal consiglio della IV Circoscrizione per sensibilizzare la riapertura in sicurezza del Parco Cassarà. Presenti all’interno della villetta di piazza Turba le scuole del territorio, elementari, medie e superiori e alcune associazioni che hanno esposto cartelloni colorati con la scritta “RivogliAMO il nostro Parco”.
L’iniziativa, voluta fortemente dai consiglieri di centro-destra, primo firmatario Giuseppe Di Vincenti, è organizzata proprio alla vigilia dei lavori di rimozione delle polveri di amianto presenti in alcune zone e intende stimolare gli organi preposti affinché si possa riaprire il Parco, anche parzialmente. “Siamo qui per dire che alla vigilia dei lavori della rimozione delle polveri di amianto della cosiddetta area verde – dicono Silvio Moncada, Antonino Abbate e Serena Potenza rispettivamente presidente, vicepresidente e consigliere della IV Circoscrizione – riteniamo fondamentale sensibilizzare le autorità competenti affinché al termine dei lavori che dureranno al massimo 60 giorni si possa riaprire in sicurezza anche parzialmente l’area bonificata”.
Gli studenti hanno poi sfilato in un corteo colorato fino a raggiungere l’ingresso del parco. “È una manifestazione voluta da tutto il consiglio – aggiungono i consiglieri Giuseppe Di Vincenti, Antonino Abbonato e Nino Tuzzolino – per sensibilizzare la magistratura è il comune per la riapertura in sicurezza del parco Cassarà quantomeno la zona verde. Si tratta di una proposta all’amministrazione non solo di una protesta. Bisogna abbattere il muro della burocrazia ancora presente”.
Silvio Moncada
Palermo lì, 29 maggio 2015
Precedente “Progetto da sballo” contro le dipendenze, gli studenti salgono in cattedra Successivo In cattedra contro le dipendenze, si conclude il 'Progetto da sballo'