Ztl e privilegi: “Revocare posti riservati a piazza Indipendenza”

“Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri” diceva George Orwell . E in effetti a Palermo sembra funzionare proprio così. Ci sono i cittadini normali costretti, ad esempio, a pagare un euro l’ora per parcheggiare ed altri, i soliti privilegiati, che con un semplice pass dell’Ars, possono parcheggiare negli oltre 50 posti a loro riservati a Piazza Indipendenza.

“E’ un privilegio inaccettabile – tuonano Silvio Moncada e Guglielmo Ruggiero, rispettivamente presidente e vicepresidente della IV Circoscrizione -. Visto che siamo a ridosso dell’istituenda Ztl Sarebbe più utile, laddove attualmente vi sono i posti riservati, istituire posti auto con sosta oraria, per consentire agli automobilisti di raggiungere agevolmente il centro città. Nei cartelli apparsi da un po’ di mesi a piazza Indipendenza – dicono – non vi è riferimento ad alcuna ordinanza e non sono pertanto chiari i motivi di tale privilegio. Chiediamo all’Ufficio Traffico – concludono Moncada e Ruggiero – l’immediata revoca del provvedimento e la messa a disposizione degli oltre 50 posti in favore degli automobilisti, che oltre al danno di dover pagare zone blu e ztl, non vogliono subire la beffa di essere trattati come cittadini di serie B”.

Silvio Moncada
Palermo, lì 6 marzo 2016

Precedente Topi tra i banchi all'Irrera, finiti i lavori: lunedì si torna a scuola Successivo Centenario all’Alberghiera, consegnata targa