Fondo Micciulla, sede scout in bene confiscato da Falcone

E’ stato inaugurato oggi l’immobile di Fondo Micciulla, nel quartiere Altarello di Baida, il primo bene confiscato alla mafia da Giovanni Falcone, che ne dispose il sequestro nel 1980. Presenti il sindaco Leoluca Orlando, il direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla mafia, Umberto Postiglione, i rappresentanti nazionali di Agesci, il presidente, vicepresidente e consiglieri della IV Circoscrizione rispettivamente Silvio Moncada, Ninni Abbate, Serena Potenza e Franco Ciprí. L’immobile, a seguito di un intervento di riqualificazione, è destinato a diventare sede della base scout Agesci.

“La circoscrizione è pronta per far rinascere questo presidio di legalità e farlo diventare simbolo di riscatto per la nostra circoscrizione. Abbiamo già preso contatto con gli scout, ci vedremo nei prossimi giorni per iniziare a calendarizzare iniziative di valorizzazione del sito”.

Francesco Caminita, responsabile Agesci Palermo: “Oggi a 35 anni di distanza dal primo sequestro che Falcone fece di questo bene che era della famiglia Inzerillo si inaugura una base scout internazionale e un luogo che accoglierà tutte quelle realtà del territorio che vogliono seguire peecorsi di legalità e che vogliono fare promozione del territorio”. All’interno del bene è presente la Camera dello Scirocco che è un bene arabo e i Qanat che venivano utilizzati per scappare nel corso delle retate.

Silvio Moncada
Palermo lì, 23 giugno 2015

 

Precedente Bus soppressi in città ma partono le navette per il mare Successivo Pista di pattinaggio di via Mulè, consiglio straordinario per affidarla alla Circoscrizione