Bus soppressi, sit-in davanti alla sede Amat

“AMATti ridateci i bus”, “Grazie per aver isolato le periferie”. Sono solo alcuni dei cartelli posti questa mattina nel corso del sit-in organizzato dal consiglio della IV Circoscrizione davanti alla sede Amat di via Roccazzo a Palermo per la soppressione delle linee 906 Calatafimi/Molara e 923 Boccadifalco/Baida e la riduzione oraria di altre linee. Presenti diversi residenti. “Siamo isolati – dicono – completamente abbandonati. Viviamo una situazione di forte disagio”.

“Siamo indignati – dice il presidente della IV Circoscrizione Silvio Moncada a nome di tutto il Consiglio – oltre alle linee 906 e 923 che isolano le borgate di Baida, Boccadifalco e Borgo Molara hanno ridotto del 50% anche le linee intermedie che collegano i quartieri periferici del centro città. Di contro abbiamo notizia che l’Amat ha aumentato le corse per le linee che collegano la città con le borgate marinare e con Monte Pellegrino, addirittura con l’istituzione di alcuni bus navetta gratuiti. Non possiamo consentire che alcuni cittadini vengano privati dei diritti essenziali, impedendo di svolgere le semplici attività quotidiane come recarsi all’ufficio postale per la pensione, fare la spesa etc. Bisogna tagliare gli sprechi – conclude – e rimodulare tutte le linee in città per garantire il servizio pubblico a tutti”.

Silvio Moncada
Palermo lì, 19 giugno 2015

Precedente Il Comune in via Palmerino su 82 alberi ne pota solo uno “su richiesta” Successivo Bus soppressi in città ma partono le navette per il mare