Battuta la maggioranza che sostiene Avanti alla Provincia

PALERMO 11-10-2011. L’operazione di “riaggancio” di alcuni settori dell’Aula non è bastata ad impedire l’ennesimo scivolone ad una Amministrazione, quella del Presidente Avanti, la cui impronta è l’arroganza, metodo con cui, da sempre, ritiene di poter gestire i rapporti con il Consiglio provinciale.

Ancora una volta, nonostante le difficoltà legate a numeri virtualmente tornati in suo favore, il Presidente è costretto a soccombere, per l’approvazione in Aula di 2 emendamenti al Bilancio di Previsione, con cui si stanziano risorse per la Cultura (finanziando l’Assoteatri per 120 mila euro) e si progettano interventi nel campo della Scuola. Ma, il dato più rilevante è che il prelievo di tali risorse è operato diminuendo le spese destinate alla Giunta provinciale, ancora oggi composta da 12 Assessori, malgrado il Consiglio, diversi mesi fa, ne abbia ridotto il numero a nove, votando ben due volte, a maggioranza assoluta, la delibera di modifica dello Statuto.

L’approvazione di questi emendamenti, presentati in Aula dal Gruppo Misto di Minoranza, premia il lavoro svolto da tutte le Opposizioni, e fa esprimere grande soddisfazione ai Consiglieri Celesia, Marotta , Scafidi, La Colla, Lapunzina, Piccione, Moncada, Di Pisa e Tubiolo che, tra gli altri, si sono battuti per questo risultato.

Precedente GDS: Maggioranza a pezzi alla Provincia Successivo GDS: Vandali nelle scuole